Gestione integrata delle zone portuali: dal contesto normativo alla caratterizzazione ed al trattamento dei sedimenti di dragaggio

Convegno Ecomondo Venerdì 6 Novembre 2015 ore 10.00-13.30 Sala Reclaim Expo

Gestione integrata delle zone portuali: dal contesto normativo alla caratterizzazione ed al trattamento dei sedimenti di dragaggio

A cura di Istituto per l’Ambiente Marino Costiero & CTS Ecomondo

La gestione sostenibile dei sedimenti portuali rappresenta una problematica europea, con connotazioni specifiche nella regione mediterranea, che affetta il funzionamento e lo sviluppo (da cui la competitività) delle strutture portuali. L’assenza di soluzioni tecniche sufficienti e la mancanza di un quadro normativo preciso sul divenire dei sedimenti a terra hanno portato alla ricerca delle migliori cooperazioni possibili tra gli organismi di gestione dei porti, le istituzioni e gli scienziati.
Gli argomenti spaziano dalla caratterizzazione dei sedimenti alle modalità di dragaggio e monitoraggio ed alla progettazione di diverse combinazioni di trattamento (i.e. per modificare la qualità, minimizzare i volumi, favorire il recupero) da optare anche in funzione del mercato.

Presidenti di sessione
Mario Dogliani (RINA),
Laura Giuliano (CNR),
Gioconda Miele (Min. Trasporti)

Programma
10.20- La pianificazione di bacino nelle aree costiere”Dr. Luigi Stefano Sorvino (Autorità di Bacino Campania Centrale)
(Autorità Portuale Napoli) (TBC)
10.40- Rilievi geofisici, geotecnici e sedimentologici a supporto delle attività di dragaggio. Dr. Ennio Marsella (IAMC, CNR)
11.00- Major sources and fate of port contaminants.Fabio Trincardi (ISMAR, CNR)
11.20- Le aree di rilevante interesse nazionale, i SIN, le crisi industriali complesse: sovrapposizioni e analogie degli strumenti giuridici “ Roberta Macii – Autorità Portuale Piombino
11.40- Le strategie di gestione dei sedimenti contaminati nell’area marino costiera di Taranto. .Dott. Nicola Cardellicchio, (IAMC, CNR)
12.00- I sedimenti del Lago di Vico: l’approccio metodologico di indagine e di campionamento. Ing. Rossana Cintoli (ARPA Lazio)
12.20- La gestione dei sediment dragati (smaltimento vs. recupero e reutilizzo?). Assoporti? (TBC), (Capitaneria di Porto di Bari) (TBC)
12.40 – Porti: Integrated Coastal Zone Management e Maritime Spatial Planning, Cesare Corselli (Università degli Studi di Milano-Bicocca) (TBC)
13.00- “Nuove tecnologie per il recupero e riuso dei sedimenti contaminati” Sergio Cappucci (ENEA) e Floriana La Marca (Uni La Sapienza)
13.20 Discussione
III Sessione (presentazioni poster)
R-1 Studio integrato sull’efficienza di tecniche di bonifica sui sedimenti
Micaela Buonocore, Nicola Cardellicchio – CNR – Istituto per l’Ambiente Marino Costiero, Taranto (Italy)
R-2 Utilizzo di ”Sediment Quality Guidelines” per la valutazione ecotossicologica di sedmenti marini nel Sin
di Taranto
Micaela Buonocore, Nicola Cardellicchio, Antonella Di Leo, Santina Giandomenico, Lucia Spada – CNR –
Istituto per l’Ambiente Marino Costiero, Taranto (Italy)
R-3 Approfondimento tecnico-scientifico sulle interazioni tra il sistema ambientale ed i flussi di
contaminanti da fonti primarie e secondarie nel Mar Piccolo di Taranto
G. Trinchera, N. Ungaro, M. Blonda, S. Di Cunsolo, D. Gramegna, F. Lacarbonara, R. Renna- ARPA
Puglia, ISPRA

Comments are closed